Home:   Normativa  
SI' nel Referendum Costituzionale - Una riforma per cambiare l'Italia
Un Appello per il Sì al Referendum degli amministratori locali

Il prossimo 10 marzo, al tempio di Adriano a Roma, Legautonomie organizza un convegno dedicato alla riforma del Senato e del Titolo V della Costituzione disegnata dal ddl Boschi - in via di approvazione definitiva da parte del Parlamento - che vedrà la partecipazione, tra gli altri, della Ministro per le Riforme Costituzionali e i rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, del presidente nazionale di Legautonomie e sindaco di Pisa Marco Filippeschi, del vicepresidente dell’Anci e sindaco di Pesaro Matteo Ricci e di Stefano Ceccanti, Professore ordinario di diritto pubblico comparato presso la Facoltà di scienze politiche dell’Università "La Sapienza" di Roma.

Il Senato della Repubblica, il 13 ottobre 2015, ha approvato con modificazioni, nuova-mente in sede di prima deliberazione, il seguente disegno di legge costituzionale d’iniziativa del Governo, già approvato, in sede di prima deliberazione, dal Senato e modificato dalla Camera dei deputati il 10 marzo 2015. 

In allegato il testo.

L’Assemblea della Camera ha dato il via libera alla riforma della Costituzione (ddl Boschi) che modifica il bicameralismo paritario. I voti favorevoli sono stati 357, i contrari 125 e 7 gli astenuti. Il testo tornerà a Palazzo Madama per l'ok finale.
Il Movimento 5 Stelle non ha partecipato al voto, Forza Italia, Sel e Lega hanno votato contro.

Il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha scelto i componenti della commissione per le riforme costituzionali. I componenti della commissione - che saranno ricevuti giovedì 6 giugno pomeriggio al Quirinale - sono professori, costituzionalisti, qualche politico di lungo corso ma qui in veste di esperto.
Trentacinque esperti del diritto con funzione consultiva rispetto al governo, lavoreranno nel tempo necessario al Parlamento per approvare il ddl costituzionale che definirà l'iter delle riforme. Fino a quando cioè saranno le Camere a entrare nel merito, probabilmente dopo l'estate. Accanto ai 35 esperti che aiuteranno il Governo a mettere a punto le riforme costituzionali, ci saranno altri 7 accademici che si occuperanno di redigere materialmente i testi.

Comitato parlamentare per le riforme costituzionali - il testo licenziato dalla Commissione AA.CC.

Con il voto contrario di SEL e del M5S, la Commissione affari costituzionali del Senato ha licenziato per l’Aula il testo per l’istituzione del Comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali, con una modifica. Tra le forze politiche è stato raggiunto un accordo che sgombra il campo sia dai dubbi interpretativi riguardanti le modifiche strettamente legate ai Titoli della Parte II della Costituzione sia dagli equivoci e dalle polemiche sui temi della giustizia e delle riforme elettorali. 

Ddl C553, Modificazione di articoli della parte seconda della Costituzione, concernenti forma del Governo, composizione e funzioni del Parlamento nonché limiti di età per l’elettorato attivo e passivo per le elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica

X Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consulta la privacy policy del sito.